Stampa
Comunicazione
Riconoscimenti
Certificati
I premi
RIVISTE SPECIALIZZATE
FLOS OLEI 2010
Guida ai migliori extravergini del mondo
 
MIGLIOR OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA FRUTTATO LEGGERO
Nel Bicchiere
Abbinamento

Alla vista si presenta di colore giallo dorato intenso, all'olfatto si apre elegante e deciso, caratterizzato da ampie note di erba fresca di campo e sentori di pomodoro acerbo. In bocca è complesso ed equilibrato, dotato di ricche note vegetali, con pomodoro ed erbe aromatiche in evidenza. Amaro e piccante contenuti e armonici.

Gustatelo su antipasti delicati di pesce, insalate di verdure, crostacei al vapore, passati di legumi, maionese, fritture di pesce e carni bianche arrosto.

MIGLIOR OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA FRUTTATO LEGGERO
Nel Bicchiere
Abbinamento

Si presenta alla vista di un bel colore giallo dorato intenso con riflessi verdolini, limpido. Al naso si offre armonico e ampio, dotato di spiccate note fruttate di pomodoro di media maturità, lattuga, pepe nero e frutta secca. Al gusto è di personalità e morbido, ricco di toni di ortaggi freschi, banana ed erbe aromatiche con netto ricordo di basilico, salvia e mentuccia. Amaro e piccante eleganti e dosati.

Si abbina perfettamente a insalate di ceci, crostacei al vapore, marinate di spigola, minestre d'orzo, pesci bolliti, carni bianche ai ferri, formaggi freschi a pasta molle e dolci lievitati.

FEDE NEL GUSTO
Gaspare Sarullo è alla quarta generazione di produtori di olio e ha realizzato un bel frantoio a ciclo continuo, uno dei migliori della zona. Il suo olio è un fruttato leggero ( atipico per la forza dei sapori isolani) ed estratto da biancolilla al 100%. il suo bel fruttato vira in un vivace pomodoro verde: ottimo l'equilibrio gustativo.
BIANCOLILLA, UN GRANDE EXTRAVERGINE SICILIANO
In Italia si contano oltre 400 varietà di olive, alcune da tavola, altre da olio, altre ancora buone per entrambi gli usi. Tanto assortimento da ovviamente origine a sapori diversi. Un aspetto, quello del sapore, che è forse il più importante per la fortuna dell'olio, dal momento che è proprio su questo che il consumatore fa le sue scelte. Slow Food con queste proposte da ai soci la possibilità di conoscere e acquistare extravergini di grandi qualità con caratteristiche diverse a secondo della loro tipicità e provenienza. L'olio dell'oleificio di Gaspare Sarullo è una di queste interessanti occasioni. Calamonaci è un piccolo paese a 307 metri sul livello del mare e ha 40 Km dalla valle dei Templi di Agrigento. L'economia del paese è prevalentemente agricola con una elevata produzione di olio extravergine di oliva di alta qualità che rappresenta l'emblema della cultura mediterranea di questo territorio. L'olio extravergine di oliva Sarullo, è prodotto interamente con olive della varietà Biancolilla raccolte a mano nel territorio di calamonaci. Questa Cultivar produce un'oliva di dimenzioni medie, di colore giallo con sfumature rosa; la pianta ha chioma espansa, resiste bene al freddo ma è mlto delicata per quanto riguarda malattie come la csidetta mosca dell'olivo. Le caratteristiche di quest'olio di ottica qualità sono il sapore dal fruttato medio con piacevole retrogusto di carciofo, profumo delicato con sentore di olive fresche, colore verdo, con riflessi dorati e acidità intorno al 0,3%.
A CIASCUNO IL SUO FRUTTATO
La famiglia Sarullo si dedica da generazioni alla coltivazione delle olive e alla produzione di olio in provincia di Agrigento, non lontano dalla Valle dei Templi. Due le etichette a base di Biancolilla in purezza: l'RO7 della Dop Val di Mazara e questo extravergine chiamato semplicemente con il nome del produttore, che c'è piaciuto molto. Fruttato leggero, ha un bel naso vegetale con note di erba fresca e carciofo. In bocca parte delicato per poi mostrare un piccante deciso. Nel finale arriva un amaro molto piacevole, che lo rende nel complesso equilibrato.
Oli DOP della Val di Mazara – Luigi Caricato
Val di Mazara è un nome che rimanda alla dominazione normanna, quando la Sicilia, con la Val di Noto e la Valdemone, venne suddivisa in tre giustizierati. La Val di Mazara, in particolare, è rimasta conosciuta con questo nome fino al primo decennio del 1800 ed è tornata in auge proprio con l’avvio della Dop omonima, che non comprende i territori della provincia di Trapani tra Mazara del vallo e Campobello di Mazara., ma l’intera provincia di Palermo e 16 comuni della provincia di Agrigento (Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Montevago, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santa margherita del Belice, Sciacca e Villafranca Sicula). Infatti, nonostante il nome faccia pensare il contrario, né i due centri del Trapanese né la provincia di Trapani fanno parte della Dop Val di Mazara.
Il territorio
L’area olivetata della Val di Mazara si sviluppa su una superficie di poco più di 40 mila ettari e le piante sono presenti dalle fasce limitrofe al mare fino a oltre 700 metri di altitudine. Quasi 30 mila aziende coinvolte, con una potenzialità produttiva di circa 12 mila tonnellate di olio, di cui quello Dop rappresenta una quota fra il 2 e il 5%. Nel 2007 sono state certificate 530 tonnellate di olio Dop, mentre nella campagna olearia appena conclusa si sono superate 300 tonnellate. Il disciplinare prevede che almeno il 90% sia costituito dalla cultivar biancolilla, nocellara del Belice e cerasuola, da sole o congiuntamente. Accanto a esse possono concorrere, in misura non superiore al 10%, altre varietà dell’isola, per esempio la ogliarola messinese, la giarraffa e la santagatese o, eventualmente, piccole percentuali di altre cultivar autoctone.
Le caratteristiche
gli extravergini dell’area Dop Val di Mazara hanno forza e carattere e tanta sapidità, ma sono egualmente morbidi ed eleganti. Si presentano di solito, alla vista, di colore giallo oro con sfumature verde intense e piuttosto accentuate. All’olfatto si colgono le note fruttate di oliva fresca unite a sensazioni di pomodoro nette e a volte rimandi alla mandorla. Al gusto sono avvolgenti e talora vellutati, comunque morbide possono presentare sensazioni di dolce nonostante la contemporanea concomitanza, in diversi casi marcata, di note amare e piccanti.
Gli abbinamenti consigliati
Essendo per lo più caratterizzati da un fruttato di media intensità e morbidezza, gli extravergini della Val di Mazara sono piuttosto versatili e si possono usare sia in cottura sia come condimento di cibi dal gusto anche pronunciato. Per esempio, sono ottimi per dare sapore ai primi piatti e base di verdure e alle pastasciutte in genere o al macco di fave. Impreziosiscono, fra i secondi, i pesci nobili ai ferri e il coniglio alle olive nere, ma si sposano volentieri alla parmigiana di melanzane, ai carciofi ripieni, alle crocchette di patate alle erbe e mandorle e alle zucchine fritte. Vanno bene anche per le insalate, da quelle verdi e di mare a quelle di arancia.
Azienda   -  Prodotti  -  Dieta Mediterranea  - Stampa - Link
Frantoio Oleario di Gaspare Sarullo Sede Legale: Via Belvedere, 53 - 92010 Calamonaci (AG) - Italy
Stabilimento: C.da Scirinda S.S. 386 Ribera-Calamonaci - 92016 Ribera (AG) - Italy - Tel. e fax +39 0925 66024
P. IVA 00351980842 Privacy Policy - Web design
: www.scimone.it